Da Locarno a Roma

Da Locarno a Roma

La celebrazione dei maestri affermati da un lato, la segnalazione dei giovani talenti, dall’altro. E’ questa la duplice caratteristica del Festival di Locarno, capace di differenziare la kermesse svizzera dagli altri appuntamenti internazionali.

A questa tradizione il Festival è rimasto fedele anche nell'edizione 2013, la prima sotto la direzione di Carlo Chatrian, e la conferma arriva dalla vetrina romana di Locarno, in programma da domani sera a Piazza Vittorio a Roma. Nell'occasione saranno proiettati sei film del festival 2013; tre provenienti dalla sezione principale del concorso, (ad eccezione del Pardo d'Oro Histoire de la meve mort di Albert Serra, già prenotato per la prima italiana del Festival di Torino), sono i titoli che hanno ottenuto i maggiori riconoscimenti, mentre gli altri tre film erano i fuori concorso della sezione anteprime di piazza Grande di Locarno.
Ad inaugurare la vetrina romana domani sera alle 20.30 sarà La variabile umana di Bruno Oliviero che esce contemporaneamente anche in sala.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *